nordCeline è un autore unico, unico nel bene e nel male, ma sicuramente uno dei più grandi del secolo scorso. Il suo “Viaggio al termine della notte” è un’opera unica (ancora) e a mio avviso imprescindibile. La “Trilogia del Nord” che ho appena terminato (con non poca fatica devo ammetterlo) rappresenta un prosieguo di quel viaggio che Celine non ha mai terminato durante tutta la sua tormentata vita.

“Da un castello all’altro”, “Nord” e “Rigodon”, i romanzi che compongono questa trilogia, non potrebbero essere letti che insieme, devono essere letti insieme perchè altrimenti si perderebbe la logica narrativa (molto articolata, a tratti estenuante e mai lineare) che sta dietro agli eventi narrati. Ambientato durante la seconda guerra mondiale è un reportage personale e universale della guerra in tutte le sue sfaccettature più crudeli.

Più che mai attuale.