Scrivere

Siamo al mondo per il mondo. Ogni personale esibizione che nasca da insite forme di egoismo rappresenta, in sintesi, una perdita di tempo, un retrocedere che ci allontana dal grande inconsapevole obiettivo: ridiventare il mondo.

E’ cominciato tutto da qui, dall’incipit del primo romanzo, L’uomo d’istinto, che rappresenta l’esordio di Salvatore nella scrittura. Non un esordio assoluto, ma la sua prima volta dal punto di vista della pubblicazione e divulgazione di un’opera. A carte scoperte, permettendo a chiunque di scoprire i pensieri solitari che albergano nella mente di un uomo fondamentalmente chiuso in se stesso. Da sempre.

Le prime bozze di questa storia risalgono alla fine del 2009, quando ancora neanche l’autore stesso immaginava che quelle poche righe, fatte di arroganza e supponenza e messe in bocca ad uno dei protagonisti della storia, sarebbero potute esplodere in un romanzo di più di 300 pagine. Ci sono voluti quasi due anni per portare a termine uno sforzo così grande, ma alla fine l’ultima pagina è stata scritta, l’ultimo capitolo di un romanzo che potrà apparire poco avvincente dal punto di vista dei colpi di scena ma che rappresenta un’esperienza intensa e profonda, dolorosa ma appagante, che porta con sé la paura del giudizio ma la certezza di aver dato, nel contesto in cui tutto è nato e si è mosso, il massimo.

La scelta di ricorrere ad un servizio di auto-pubblicazione, o self-publishing come si usa dire, risiede da una parte nella consapevolezza dei propri limiti e dall’altra nel desiderio di vincere una sfida con se stesso. L’obiettivo di portare a termine, seppure nelle quotidiane difficoltà della vita, un progetto così complesso ed articolato (leggere e rileggere, correggere, riscrivere intere parti, ripensare un capitolo o virare il percorso di un evento) è stato il perno su cui si sono articolate tutte le riflessioni sul da farsi.

Chi leggerà questo romanzo? Qualche amico, alcuni parenti, forse un giorno i miei figli. Va bene così.

Comunque sia, grazie a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *